PILOTI

TEAM

PREPARATORI



LE GARE

CLASSIFICA

CALENDARIO

AUTODROMI

REGOLAMENTO

PHOTO GALLERY



NEWS

RASSEGNA STAMPA

LIBRERIA



LINK


NEWS

BOTTA E RISPOSTA CON

Christian Passuti

Christian Passuti è una delle belle sorprese del Campionato Italiano Superproduzione 2003. Al volante dell’Alfa Romeo 147 dell’AGS Engineering ha occupato costantemente i quartieri alti della classifica, e alla gara del Mugello, in programma questo fine settimana, si presenta al terzo posto in graduatoria generale, dietro gli "ufficiali" Tavano e De Lorenzi.

Come si sta evolvendo la stagione rispetto ai tuoi piani?

In linea di massima sta andando come e forse anche meglio di quanto mi aspettassi. La professionalità del mio team è veramente molto alta, e da questo punto di vista penso abbiano proprio poco da invidiare ad una squadra come il Clever Cats. Quanto alla vettura, dispongo di un modello dell’inizio 2002 (ma montato quest’anno), mentre il Clever Cats può fare affidamento sulle scocche più aggiornate, per intenderci quelle sviluppate dalla N-Technology a partire dalla gara di Pergusa 2002, con un cambio versione 2003. Ma, ripeto, la mia squadra ha sopperito con la propria professionalità alle inevitabili differenze tecniche.

Come giudichi il livello del Superproduzione 2003?

Purtroppo è stato fatto un grosso passo indietro a livello di numero di partecipanti, ma penso che la visibilità mediatica sia aumentata, e non poco, soprattutto grazie a LA7. Dal punto di vista pratico, l’arrivo delle Case ufficiali ha finito per far lievitare talmente i costi da escludere dal gioco le piccole squadre.

Come si potrebbe intervenire per migliorare la situazione?

Aumentare per prima cosa la promozione passando le gare per intero in TV, anche se in differita. In secondo luogo bisognerebbe far entrare il pubblico gratis negli autodromi: è l’unico modo per attirare gente; in questo modo si perderanno anche i (magri) incassi, ma si guadagna con i servizi annessi, come bar e ristoranti.

E dal punto di vista tecnico?

Dal punto di vista tecnico ci vuole un "fermo" ai regolamenti. Quest’anno la liberalizzazione dei manovellismi permessa dalla FIA ha comportato dei costi esorbitanti, specialmente per le strutture più piccole. In teoria questo avrebbe dovuto ridare competitività a certe vetture, cosa che è accaduta: la Peugeot 306 di Bacci ha recuperato quasi 5 chili grazie alle nuove parti meccaniche (bielle, albero, pistone), a tutto vantaggio dell’accelerazione e della velocità di punta. Purtroppo, il rovescio della medaglia è costituito dai costi sempre maggiori.

Dove va il campionato SuperProduzione?

Le macchine ci sono, ma restano ferme. Con questi presupposti, il Superproduzione 2004 sarà più o meno ai livelli di quest’anno.

Un giudizio sui tuoi rivali…

Senza temere la banalità direi che sono tutti bravi. Si tratta solo di fare una distinzione fra piloti più esperti e meno esperti. Per Christian Passuti riuscire a batterli è sempre una soddisfazione, perché nel campionato c’è gente di grande livello. Volendo proprio fare un nome, direi che quando riesco a stare davanti a Salvatore Tavano sono particolarmente orgoglioso: sto parlando di un pilota che ha gareggiato in Formula 3000.

Pregi e difetti della 147?

Tra i pregi metterei senz’altro l’ottimo telaio e la buona tecnologia complessiva. Tra i difetti, forse il motore meno potente del BMW 6 cilindri, ma pur sempre con tanta coppia. Il cambio è un po’ delicato, e questo costituisce un altro problema. In ogni caso, l’Alfa 147 è una vettura ben costruita che mi sta dando molte soddisfazioni; si tratta di un progetto nuovo che sfrutta molte delle più recente soluzioni in materia di costruzione automobilistica.

Un confronto tra 147 e la Peugeot 306

A livello di telaio giudico più performante l’Alfa, e anche più sensibile alle regolazioni. La Peugeot 306 lo era molto meno, soprattutto per le caratteristiche dello schema delle sospensioni: a quattro ruote indipendenti la 147, a ponte rigido la 306. Anche per quando riguarda il motore, penso che la 147 sia superiore alla Peugeot.

Tu che ci hai corso nel 2002, ti piacerebbe provare la Peugeot 306 con le nuove specifiche 2003?

No. Mi trovo benissimo all’AGS dove sono circondato da persone estremamente preparate, sicuramente le più professionali con le quali abbia mai lavorato.

E l’anno prossimo?

Sono molto legato all’AGS, qualunque programma abbiano. Quest’anno, se non avessi trovato loro, avrei sicuramente smesso.



David Tarallo

 




Tutti i diritti riservati agli aventi diritto ©
Ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiore, Netscape 6, risoluzione 800 x 600